Home Page

Chi siamo

Don Emilio Verzeletti

NEWS

Rivista

Editoria

Scuole d'Arte

XXXII Stagione d'Arte

Festival Pianistico

Galleria Fotografica

Video

Organo

Concerti Promossi

Storia recente

Amici del Circolo

Articoli

Contatti

Blog

 

 

INAUGURAZIONE FESTE CON L'ARTE 2005

di Moretti Gionata
13/01/2006

Nella straordinaria cornice delle Feste natalizie, permeate da quella dolce atmosfera tanto magica quanto gioiosa, il Circolo Culturale “Don Emilio G. Verzeletti” ha proficuamente organizzato, in collaborazione con il Comune di San Paolo, l’ultimo grande evento della XIX Stagione d’Arte: “Feste con l’Arte”. Come l’anno scorso il fulcro della manifestazione è stato affidato alle Mostre di Pittura, Scultura e Incisione, allestite con grande impegno nelle sale del Municipio da famosi artisti del nostro Comune e di quelli limitrofi, nonché dai Maestri e dagli Allievi delle Scuole d’Arte del Circolo. Molti sono stati coloro che, nonostante il freddo pungente, hanno partecipato, mercoledì 21 dicembre, alla serata inaugurale. I presenti si sono inizialmente ritrovati nella piazzetta antistante il Palazzo comunale, intorno all’originale Presepe realizzato dagli allievi scultori del Circolo. La dolce melodia della cornamusa del giovane amico del Circolo Levi Alghisi ha ricreato un’atmosfera molto profonda, vibrante, quasi ancestrale, in grado di evocare la toccante espressività di un Natale semplice e autentico. I presenti si sono poi spostati all’interno dell’edificio, dove hanno potuto ammirare le opere d’arte esposte. Entrando nella Sala Consiliare lo sguardo dei visitatori è stato subito abbracciato dalle forme e dagli straordinari effetti cromatici dei dipinti: come non rimanere colpiti dagli scorci suggestivi di Ponzanelli e di Boldori, dalla penetrante carica emotiva dei quadri di Adriano Loda e di Giuliano Brognoli, dalla liquidità tonale di quelli di Pietro Facchinetti, dalla straordinaria nitidezza ed essenzialità dei quadri di Sergio Loda, dalle originali vibrazioni cromatiche del Maestro Claudio Loda. Come non emozionarsi di fronte alla profondità dell’autoritratto del Maestro Ernesto Roversi, ai famosi classici riproposti con precisione da Rossana Raggi, alla disarmante delicatezza dei dipinti di Serena Milena. Gli sguardi erano però catturati soprattutto dalle forme originali e dagli intensi colori dei dipinti pseudo-astratti dell’affermato artista Orlando Saraceno, ospite d’onore della serata e Socio Benefattore del Circolo, avendo ad esso donato un set di macchine fotografiche tanto antico quanto prezioso. Anche le sculture hanno immediatamente catturato l’attenzione dei visitatori: dalla profondissima essenzialità del famoso Remo Bombardieri, all’originalità post-moderna di Tiziana Cherubini, ai curatissimi gruppi scultorei a tutto tondo di carattere sacro di Abele Benini, all’emblematico “non-finito” di Menek Baruschi. Il Presidente del Circolo Angelo Martani ha successivamente ringraziato i presenti e sottolineato la disponibilità e la bravura di tutti gli artisti, per poi lasciare la parola alla dott.ssa Giancarla Zernini, Assessore alla Cultura del nostro Comune, la quale ha posto l’accento sull’importanza della collaborazione tra il Circolo e il Comune stesso nel promuovere assiduamente la Cultura in tutte le sue forme, al fine di sensibilizzare la popolazione ad apprezzare la bellezza e l’importanza dell’ ”Arte”, meravigliosa manifestazione della infinita profondità dell’anima umana. I partecipanti all’inaugurazione hanno inoltre potuto ammirare la mostra specificamente dedicata ai Maestri e agli Allievi delle Scuole d’Arte del Circolo, allestita sulla sommità della torre del Municipio. In questo “piccolo Cenacolo”, come lo ha definito Angelo Martani, hanno preso posto gli importanti dipinti degli allievi della Scuola di Pittura, diretta dal Maestro Claudio Loda: scorci di vita quotidiana e paesaggi senza tempo che esaltano la Natura e l’Uomo in un’armoniosa compenetrazione. Accanto a tali opere come non citare le bellissime e originali sculture della Scuola di Scultura, come non soffermarsi sulle singolari stampe, realizzate con tecniche molto particolari (acquaforte, cera molle, stampa a punta secca...) dagli allievi della Scuola di Incisione, diretta dal Maestro Giacomo Gandellini. La realizzazione di queste opere d’arte è stata possibile grazie allo straordinario torchio donato al Circolo dal Maestro Ernesto Roversi in ricordo del padre scomparso. Il presidente del Circolo ha concluso la serata consegnando un attestato agli artisti espositori e ha tenuto un altro piccolo discorso, nel quale ha ricordato ai presenti l’imminente inizio della nuova Stagione d’Arte, ricchissima di iniziative e resa particolarmente speciale dal Ventesimo anniversario della fondazione del Circolo. I visitatori, visibilmente soddisfatti di aver gustato la dolce armonia della contemplazione artistica, sono stati infine invitati a concludere in grande stile la serata con la cena “di rito”. Invito che ben pochi hanno rifiutato.

Torna all'Archivio Articoli

 

1986 - 2018 Trentaduesima Stagione d'Arte

Privacy Policy Cookie Policy