Home Page

Chi siamo

Don Emilio Verzeletti

NEWS

Rivista

Editoria

Scuole d'Arte

XXXII Stagione d'Arte

Festival Pianistico

Galleria Fotografica

Video

Organo

Concerti Promossi

Storia recente

Amici del Circolo

Articoli

Contatti

Blog

 

 

La XXI Stagione d'Arte 2007

di Moretti Gionata
2/01/2007

Un altro anno è passato... e per il “nostro” Circolo Culturale “Don Verzeletti” è tempo di bilanci, giustificati dall’importanza della Stagione d’Arte appena conclusa, resa particolarmente speciale dalle ricorrenze in essa celebrate: il Ventesimo Anniversario della fondazione del Circolo, concomitante con il Ventesimo Anniversario della morte di Don Emilio Giovanni Verzeletti, alla cui persona il Circolo è dedicato. Il ricordo del nostro primo parroco è stato, infatti, il filo conduttore di tutta la Stagione, in cui sono state particolarmente sottolineate le salienti peculiarità della sua figura: la sua dedizione verso il Prossimo e la sua instancabile volontà unificatrice, ben concretizzate in tutto quanto è stato realizzato, per suo volere, nel nostro Comune, primi fra tutti il grande e moderno Oratorio e l’avveniristica chiesa Parrocchiale dedicata a San Paolo Apostolo.
Proprio nella Parrocchiale si sono svolti i due grandi eventi specificatamente dedicati alla memoria di Don Emilio: il primo si è tenuto il 19 aprile, il giorno della sua nascita, quando un cospicuo pubblico ha assistito ad uno straordinario Concerto di Musica Sacra, in cui il noto Coro “Claudio Monteverdi” di Crema ha interpretato con grande maestria ed eccezionale sensibilità un ricco repertorio del primo periodo barocco. Il secondo si è tenuto invece il 14 luglio, la data della sua scomparsa, quando è stata celebrata una Solenne Messa in Suffragio, presieduta da Monsignor Rosario Verzeletti e concelebrata da diversi altri parroci, tra cui il nostro Don Alfredo. La messa si è rivelata una commemorazione veramente sentita, lontana dal freddo rito d’etichetta, la cui profondità è culminata in una precisa e sincera omelia tenuta da Don Graziano Montani. I fedeli hanno poi avuto modo di ammirare una Mostra fotografica senza precedenti, allestita all’interno della Parrocchiale da Luciano Dondi, Mauro Bono e Giuseppe Moretti, tre volenterosi soci del Circolo appassionati di fotografia. Essi hanno raccolto e restaurato molte antiche fotografie ormai dimenticate negli archivi del Circolo, inerenti ai momenti salienti della vita e del lungo operato di Don Emilio Verzeletti nella nostra comunità: istanti straordinari fissati per sempre nella nostra memoria, preservati dall’oblio anche grazie all’operato del Circolo, costantemente attivo nel valorizzare l’espressione artistica in ogni sua forma.
E’ stata proprio questa grande passione per l’Arte ad essere perfettamente concretizzata nell’evento protagonista della Primavera, ovvero la classica Rassegna d’Arte figurativo-musicali meglio nota come “Artisti in Piazza”. Da due anni tale manifestazione si svolge, in collaborazione con la Parrocchia e l’Assessorato alla Cultura del nostro Comune, in concomitanza con la “Giornata del Volontariato”: il Circolo si propone, infatti, di promuovere la Cultura in un sincero e disinteressato slancio verso il Prossimo. Nonostante un tempo tutt’altro che primaverile, sono stati numerosi i visitatori che hanno voluto ammirare, nella nostra centralissima Piazza, l’impegno e l’abilità degli artisti, molti dei quali, come di consueto, hanno realizzato le proprie opere sul posto. In una cornice profondamente suggestiva i passanti hanno potuto ammirare la caleidoscopica sinfonia dei dipinti, le toccanti inquadrature fotografiche, l’equilibrata dinamicità delle sculture, la bellezza di stampe e incisioni, ma anche l’armoniosa vitalità con cui il gruppo artistico cremonese “La Rossignol” ha intrattenuto i presenti con musiche e danze tipiche del Quattrocento e del Cinquecento.
Anche la Musica, la più alta fra le Arti, ha avuto il suo ruolo da protagonista nella Stagione con un Autunno dominato dal IV Festival Pianistico. L’eccezionale manifestazione si è sviluppata in quattro serate, che hanno espresso compiutamente l’essenza dell’espressione artistica musicale. La prima serata del Festival ha regalato ai numerosi presenti uno straordinario Concerto di Pianoforte tenuto nell’Auditorium delle Scuole Medie dal celeberrimo pianista Gerardo Chimini: il Maestro ha scelto un repertorio di brani molto profondi e particolarmente riflessivi tratti dal repertorio di tre fra i più grandi compositori della Storia: Mozart, Beethoven e Chopin. Nella magistrale esecuzione di tali composizioni gli spettatori hanno potuto cogliere la grandezza e la peculiarità dell’arte dei diversi autori. Nel secondo incontro è stata proposto un singolare Concerto per Pianoforte e Arpa, offerto dal Maestro Chimini, affiancato questa volta dalla straordinaria suonatrice d’arpa Francesca Tirale. Il difficile connubio tra due strumenti così differenti, uno a pizzico e l’altro a percussione, è stato risolto dai due artisti con grandissima abilità, in una trascinante alternanza tra i suoni decisi e penetranti del Pianoforte e le melodie soavi e toccanti dell’arpa, strumento così imponente e al tempo stesso così sublime. La terza serata è stata dedicata ad un’interessante Conferenza dal titolo “L’Arte nelle sue espressioni principali”, con lo scopo di completare il Festival con un incontro in grado di abbracciare, insieme alla Musica, le altre principali forme artistiche. La conferenza è stata tenuta nella sede del Circolo dal rinomato scultore Remo Bombardieri e dall’affermato artista Giacomo Gandellini, responsabile della Scuola di Incisione del Circolo. Intermezzi musicali sono stati tenuti dalla bravissima suonatrice di Chitarra classica Francesca Facchetti. Nella serata conclusiva del Festival la Musica è tornata prepotentemente protagonista in un eccezionale Concerto Lirico, tenuto dal Coro Lirico “Sereno”, sublime nella sua grazia, dirompente nella sua potenza espressiva. Diretto con grande passione e professionalità dal Maestro Mario Marenghi e accompagnato al Pianoforte dalla sensibile mano della Maestra Michela Piovanelli, il Coro ha eseguito con impressionante maestria brani tratti dal repertorio di tre fra i più illustri compositori italiani: Verdi, Doninzetti e Mascagni.
La Stagione si è conclusa in Dicembre con un grande Pranzo Sociale, a cui hanno partecipato numerosi Soci e Amici del Circolo, che ha aperto, di fatto, l’ultimo grande evento dell’anno, “Feste con l’Arte”, proficuamente organizzato, in collaborazione con il Comune di San Paolo. Come l’anno scorso il fulcro della manifestazione è stato affidato alle Mostre di Pittura, Scultura e Incisione, allestite con grande impegno nelle sale del Municipio da famosi artisti del nostro Comune e di quelli limitrofi, nonché dai Maestri e dagli Allievi delle Scuole d’Arte del Circolo. Quest’anno la straordinaria sintesi stilistica della mostra è stata impreziosita da un altra eccezionale Mostra fotografica, intitolata “Venti anni della nostra Storia”: nelle immagini sono stati infatti impressi i momenti salienti dei venti anni di operato del Circolo, dalle manifestazioni artistico-musicali ai viaggi culturali, in cui spiccano prepotentemente le figure di noti artisti, tradizionali ospiti del Circolo. Nel susseguirsi di immagini che ritraggono particolari attimi di un cospicuo numero di mostre, concerti, incontri, possiamo cogliere il grande impegno del Presidente Angelo Martani, dei Soci e di coloro che da tutti questi anni collaborano con il Circolo. Il successo di tanti eventi testimonia come, nonostante le difficoltà, la loro scommessa sia stata vinta e come i loro sogni si siano, almeno in parte, realizzati.
Un doveroso ringraziamento va all’Assessore alla Cultura, dott.sa Giancarla Zernini, che lascia l’incarico, per l’impegno profuso nella pluriennale collaborazione con il Circolo.

Torna all'Archivio Articoli

 

1986 - 2018 Trentaduesima Stagione d'Arte

Privacy Policy Cookie Policy